Universal Manure Company

• Sementi, fertilizzanti e prodotti per il tappeto erboso •

IDROSEMINA: NON SOLO SCARPATE E ARGINI

Al giorno d’oggi l’uso della tecnica dell’idrosemina non è più riservata solamente alla creazione di zone inerbite antierosione su scarpate, argini, aree in forte pendenza o abbandonate.
Gli ambiti di utilizzo di questa tecnica sono ora vari e molteplici. Inoltre, ogni area trova in questa tecnica un vantaggio specifico al suo utilizzo in termini di guadagno sulla produttività o sulla performance tecnica specifica o, ancora meglio, una combinazione dei due.

UTILIZZI ALTERNATIVI DELL’IDROSEMINA

L’idrosemina annovera una serie di vantaggi decisivi per esaltare la riuscita degli interventi di inerbimento.
Può essere utilizzata per:

  • Impianto di prato ornamentale o tappeti erbosi sportivi.
    Ad esempio: prato attorno a edifici residenziali, golf, campi da calcio o da rugby. L’idrosemina, rispetto ai metodi tradizionali, garantisce velocità d’installazione e di copertura nonché possibilità di irrigazione massiccia senza rischi di ruscellamento.
  • Creazione di prati e superfici verdi per ridurre l’uso di diserbanti e altri fitofarmaci.
    Ad esempio: parcheggi, piedi dei muretti, cimiteri, marciapiedi, tra i filari di vite. In questi casi, l’idrosemina permette di non dover preparare il suolo, di evitare i periodi di dormienza e di apportare in simultanea ai semi una sospensione che consentirà di compensare le carenze del substrato.
  • Creazione di impianti di vegetazione per taleaggio.
    Ad esempio: tetti verdi, coltivazione di tappeti pre-coltivati in vivaio. Oltre al guadagno sulla mano d’opera, l’utilizzo dell’idrosemina permette di aumentare considerevolmente la percentuale di successo dell’impianto e la sua velocità di copertura.
  • Assicurare un controllo immediato dall’erosione tramite l’impianto simultaneo di una copertura erbacea perenne.
    Ad esempio: protezione e consolidamento di opere di ingegneria civile come scarpate di strade, pendii ferroviari, gasdotti, piste da sci. La matrice fibrosa contenuta nella sospensione utilizzata agisce come una pelle che protegge le zone coperte contro l’erosione delle piogge, che facilita l’impianto dello strato erbaceo e impedisce quindi l’arrivo di infestanti.
  • Costituzione di aree verdi insieme a strutture di rinforzo.
    Ad esempio: come alternativa o complemento di opere di ingegneria vegetale tradizionale per la costruzione di bacini di raccolta, di sponde fluviali o nei dintorni di ponti e altre opere ingegneristiche d’arte. La combinazione dell’idrosemina con teli biodegradabili appositi o su strutture realizzate con Uniblock® permette di opporre resistenza al fenomeno di suzione dovuto all’innalzamento o allo scorrimento di acqua e/o al movimento superficiale dei substrati, dovuto all’erosione superficiale dei minerali (arenaria granitica, scisto scomposto).
  • Costruzione vegetale abbinata a delle strutture di stabilizzazione armate.
    Ad esempio: come alternativa alle strutture cementizie con pareti ricoperte di cemento spruzzato.
    L’utilizzo dell’idrosemina e quindi la creazione di uno strato verde permette di integrare meglio le strutture, mantenendo l’integrità degli ancoraggi, inoltre l’aumentata permeabilità superficiale favorisce il drenaggio dell’acqua.
  • Rinaturalizzazione di aree sfruttate.
    Ad esempio: miniere e cave, aree industriali dismesse, centri di stoccaggio rifiuti. In queste aree l’idrosemina permette di mettere in atto su vasta scala ad un progetto di rinaturalizzazione con il ripristino di uno strato erbaceo finalizzato alla ricolonizzazione della fauna e della flora circostante nel sito.

SUGGERIMENTI UMC PER L’IDROSEMINA

UMC propone un piano di idrosemina frutto dei numerosi anni di esperienza in ambito, la natura della sospensione acquosa, per tipologia e quantità di miscuglio e dei coadiuvanti, può però variare in funzione dell’intervento da eseguire e della pendenza della superficie da trattare:

– Sementi per idrosemina: GREEN ROUGH con il 70% diFestuca arundinacea e il 30 % Lolium perenne. Oppure: BLUE STRONG con l’85% di Festuca arundinacea, il 10% di Loietto e il 5% di Poa ibrida, per una resistenza ancora maggiore.
Dose suggerita: 50 grammi/mq.

–  Mulch con paglia HYDRO STRAW in dose di 110 grammi/mq.

– Collante SUPER-TACH in polvere: 1 grammo/mq oppure UNICOLLE, adesivante liquido in dose di 10 grammi/mq.

– Ritentore idrico IDRONANO BASIC  0,5 kg per cisterna da 500 lt.

–  Ammendante organico in polvere di qualità VEGETHUMUS: 80 grammi/mq.

–  Concime starter liquido.

– Colorante MANURSOL SUPER GREEN in dose di 100-250 gr per cisterna, a seconda del colore desiderato.

Lascia un commento

Category: Senza categoria
Published on: 11 ottobre 2019
Written by: Federica Ticozzi

Share this article