Universal Manure Company

• Sementi, fertilizzanti e prodotti per il tappeto erboso •

PRATICHE AGRONOMICHE PER PREPARARE IL TAPPETO ERBOSO ALL’ARRIVO DELL’INVERNO

L’abbassamento delle temperature del terreno e l’accorciarsi delle giornate, con diminuzione delle ore di illuminazione utili all’attività fotosintetica, sono segnali per il tappeto erboso di prepararsi ad affrontare l’arrivo dell’inverno, e con esso, una serie di stress biotici ed abiotici di particolare rilevanza e potenziale pericolo.

STRESS INVERNALI PER IL TAPPETO ERBOSO

Tra gli stress maggiormente dannosi per il tappeto erboso annoveriamo i danni meccanici e da disidratazione dei tessuti fogliari. In particolare, nel caso di arrivo repentino del freddo e di improvvise gelate autunno-invernali, le lamine fogliari si trovano ad essere molto sensibili e facilmente lesionabili per via del mancato adattamento e indurimento dei tessuti che si verificherebbe più facilmente con un abbassamento graduale delle temperature. Inoltre l’alternarsi di gelo e disgelo, fessurando il suolo, favorisce la formazione di crepe e la conseguente frammentazione degli apparati radicali.

Leggere precipitazioni nevose possono favorire la formazione di ghiaccio, lesioni fogliari e l’insorgenza di malattie fungine invernali quali marciume grigio (Typhula spp) al tempo del discioglimento e marciume rosa (Microdochium nivale). Diversamente coltri di neve più spesse sarebbero utili a costituire uno strato termoisolante che impedisce alle temperature vicino al tappeto erboso di scendere pericolosamente vicino e sotto lo 0°C.

CONCIMAZIONE POTASSICA: COME AIUTA IL TAPPETO ERBOSO

Un ruolo chiave nel migliorare il livello di resistenza del tappeto erboso agli stress invernali biotici ed abiotici lo gioca il Potassio. Tra le principali funzioni metaboliche a livello cellulare del Potassio, ricordiamo il ruolo a favore dell’efficienza fotosintetica e dell’immagazzinamento delle sostanze di riserva fondamentali per superare il periodo sfavorevole.

In particolare nel tappeto erboso le cellule vegetali, accumulando ioni potassio a livello citoplasmatico e aumentando la concentrazione dei succhi cellulari, esaltano la resistenza agli stress, quali appunto il freddo invernale, l’usura da calpestamento e la resistenza all’attacco di agenti patogeni.

Ecco perchè la distribuzione, nel mese di novembre, di un concime specifico, ricco in potassio e con azoto a lento rilascio, si rivela il principale strumento agronomico per la difesa del tappeto erboso dagli stress invernali. Perfetti a questo scopo i concimi minerali granulari di UMC UNIGREEN PARK 2 12-5-20 + 3Mg + 2Fe e UNIGREEN BALANCE 12-12-12 + 2 Mg + 2 Fe con dosaggio di 30 grammi per metro quadrato che, oltre a soddisfare le esigenze nutritive in Potassio, hanno un effetto importante sulla colorazione e sull’aspetto generale del tappeto erboso.

ALTRE PRATICHE AGRONOMICHE UTILI

Tutte le operazioni agronomiche tese a favorire lo sviluppo radicale e l’immagazzinamento delle riserve nutrienti risultano decisive per la resistenza del tappeto erboso a stress sia biotici che abiotici.

  • L’impiego di un ammendante organico biologico quale VEGEVERT con radicante OSIRYL in dose di 100 grammi per metro quadrato, nel periodo autunno-invernale, favorisce la fertilità biologica e lo sviluppo degli apparati radicali così da ottimizzare la funzione del suolo a livello della rizosfera e migliorare la funzionalità radicale delle piante.
  • Alzare l’altezza dell’ultimo taglio autunnale ad almeno 5-6 cm permette una migliore attività fotosintetica e una maggiore crescita delle radici.
  • La rimozione del muschio con UNIGREEN TAPPETI ERBOSI AM e la pulizia del tappeto erboso dalle foglie, che tendono a formare strati compatti, favoriscono la penetrazione dei raggi del sole, gli scambi idrici e gassosi e impediscono la creazione di un ambiente umido favorevole alla proliferazione di malattie fungine, marciumi e di un eccesso di lombrichi.

ALTRI PRODOTTI PER DIFENDERE IL TAPPETO ERBOSO IN INVERNO

Sono numerosi i prodotti della gamma UMC mirati ad ottenere un tappeto erboso più performante, che sviluppi una maggiore resistenza endogena agli stress biotici ed abiotici e un più rapido recupero in caso di danni, anche nel periodo freddo.

Si tratta di prodotti liquidi o in polvere di pronto assorbimento e azione istantanea, per lo più biologici 100%, ad azione radicante e biostimolante che agiscono come induttori di resistenza fisiologica e meccanica. Tra di essi mettiamo in evidenza COMPASS BIOACTIVE, pratici sacchetti monodose a base di Ascophyllum nodosum alga pura, TURBINE REACTION stimolante con L-aminoacidi, PRO DEFENSE che aumenta la resistenza della pianta grazie alla base di aminoacidi, vitamine e attivatori enzimatici, NUTRIKALI fertilizzante liquido NK 4-7, fertilizzanti liquidi della linea ANTYS ad azione combinata nutriente e antiossidante. Vi sono inoltre: SUPER TURF miscela fertilizzante a pH 2,5 di Zinco, Rame e Manganese, FOSFO-K a base di fosfito di potassio e SILICUM a base di ossido di silicio che garantisce un’azione cicatrizzante e di indurimento della lamina fogliare.

Per le caratteristiche di ciascun prodotto e gli ottimi risultati che ne conseguono vi rimandiamo al sito UMC.

Lascia un commento

Category: Senza categoria
Published on: 20 novembre 2018
Written by: Federica Ticozzi

Share this article