0
0,00
  • Un carrello vuoto

    Non hai prodotti nel carrello

Come avere un tappeto erboso sano in estate

D’estate è difficile avere un tappeto erboso in microterme sano a causa delle elevate temperature e livelli d’umidità tipici della stagione estiva nei climi italiani. Le temperature ottimali per la crescita di Loietto, Poa, Agrostide e Festuca sono infatti ampiamente superate e il tappeto erboso va incontro facilmente a situazioni di stress termico.

Gli squilibri fisiologici provocati dalle temperature elevate, sopra i 30 °C, alterano le normali attività fisiologiche e predispongono le piante a una ridotta resistenza-tolleranza verso gli stress biotici e abiotici, patogeni compresi, portando a superfici rovinate sia da un punto di vista estetico che della usufruibilità.

MANUTENZIONE DEL TAPPETO ERBOSO IN ESTATE

Per migliorare la condizione del tappeto erboso in estate si possono mettere in atto alcuni accorgimenti manutentivi che servono ad alleviare le situazioni stressanti e rafforzare notevolmente le piante, permettendo al tappeto erboso di affrontare al meglio la stagione estiva.

1. ALZARE L’ALTEZZA DI TAGLIO

Alzare l’altezza di taglio di 1 cm rispetto alla primavera, senza scendere sotto i 5 cm per i tappeti erbosi ricreativi e ornamentali e i 3 cm per i tappeti erbosi sportivi.
Mantenere più lamina fogliare permette una maggiore capacità di fotosintesi, più traspirazione e quindi una corretta termoregolazione, maggiore crescita e approfondimento degli apparati radicali e protezione per la zona vitale del colletto.

2. USARE CONCIME POTASSICO

Concimare con fertilizzanti estivi ricchi in Potassio e a basso contenuto in azoto.
Il Potassio, accumulandosi a livello citoplasmatico, aumenta la concentrazione dei succhi cellulari e con esso la resistenza agli stress termici, l’usura da calpestamento e la resistenza all’attacco di agenti patogeni. A livello cellulare il potassio regola il meccanismo di apertura e chiusura degli stomi attraverso i quali si compie la traspirazione da un lato e l’assorbimento dell’anidride carbonica per la fotosintesi dall’altro.

Esempi di concimi granulari ideali per la stagione sono il minerale Park 2  12-5-22 + 3Mg + 2Fe ottimale per la nutrizione e il colore, l’organo-minerale No Stress 8-5-18 e l’organico di Frayssinet Ever 7 7-4-7 + 2Mg per la nutrizione, il colore e la fertilità biologica del terreno. Tra i liquidi si segnalano Antys-K dalle spiccate proprietà antiossidanti, oltre che nutrienti, perché ricco in ortodifenoli e Nutrikali fertilizzante organico biostimolante.

3. IRRIGARE CORRETTAMENTE

Studiare un piano di irrigazione che mantenga un corretto stato di idratazione del tappeto erboso nel tempo, stabilendo turni irrigui, volumi di adacquamento e momenti di intervento in funzione delle condizioni pedoclimatiche e della tipologia di tappeto erboso.

In linea generale sono da preferirsi turni non frequenti e con alti volumi d’acqua per favorire lo sviluppo radicale, con impianti in azione di prima mattina (prima delle 8) per rimuovere la rugiada dalle foglie e mantenere la lamina asciutta durante il resto del giorno, abbassando, così, i rischi di insorgenza di malattie fungine.

Fortemente sconsigliata l’irrigazione notturna in quanto, con la maggiore umidità notturna, il tappeto è più predisposto allo sviluppo di patologie fungine. L’irrigazione durante il giorno rischia di essere poco efficiente a causa della veloce evaporazione acquea per le alte temperature.

4. USARE AGENTI UMETTANTI

Utilizzare un agente umettante (Tournament ready Magnum 44 Oneshot) per migliorare l’uniformità di distribuzione dell’acqua lungo la superficie del terreno e la sua percolazione lungo il profilo, contribuendo alla creazione e conservazione di una riserva idrica utile nello strato di suolo occupato dagli apparati radicali.

L’uso di agenti umettanti permette anche di evitare la formazione di Dry Spot, tanto più in un periodo in cui il tappeto erboso è già predisposto alla perdita di liquidi.

5. VALUTARE L’USO DI AMMINOACIDI

5 Distribuire prodotti a base di amminoacidi. Gli amminoacidi sono implicati favorevolmente in numerose funzioni metaboliche in prevenzione e risposta a stress termici e siccità. L’applicazione di Turbine Amino con il 35% di L-amminoacidi, prima, durante e dopo eventi stressanti migliora la tolleranza/resistenza del tappeto e le sue capacità di recupero da eventuali danni.

6. UTILIZZARE PRODOTTI A BASE DI ALGHE

Prevedere l’utilizzo di prodotti a base d’alga Ascophyllum nodosum pura.
Compass Bio Active è una vera e propria miniera di biostimolanti e molecole no-stress fatta di carboidrati, aminoacidi, vitamine, ormoni fitoregolatori, elementi minerali, betaine osmoprotettrici, acido alginico, mannitolo e laminaria. Permette di migliorare il colore e promuovere il rilancio dell’attività fotosintetica grazie alla stimolazione della produzione di clorofilla anche durante periodi siccitosi. L’alga Ascophyllum nodosum contribuisce a mantenere un bilancio idrico equilibrato durante periodi caldi, ad esaltare l’attività della microflora del terreno e aumentare la tolleranza del tappeto erboso alle malattie nonchè il recupero della piena funzionalità a seguito di eventi stressanti.

7. PREVEDERE L’USO DI BIOSTIMOLANTI SPECIFICI

Distribuire in ottica preventiva all’insorgenza di malattie estive di origine fungina Double-D miscela di Rame, Zinco e Manganese sottoforma di idracido. L’efficacia d’intervento è determinata dalla rapidità di assimilazione, dall’azione fungistatica dei microelementi contenuti e dalla stimolazione alla produzione di molecole di resistenza naturali. Grazie al potere cicatrizzante di Rame e Zinco Double-D è efficace anche in fase curativa.

 

 

open

SPEDIZIONE GRATUITA DA 190 €

Login

Lost your password?