0
0,00
  • Un carrello vuoto

    Non hai prodotti nel carrello

Operazioni colturali primaverili – specie microterme

Nel precedente articolo ci siamo occupati delle operazioni colturali necessarie all’arrivo della bella stagione, ma l’attività vera e propria di manutenzione di un tappeto erboso, sia esso ornamentale che sportivo, parte dal mese di aprile e si mantiene ad alta intensità per i mesi di maggio e giugno, per poi calare nei mesi tipicamente estivi quando le alte temperature fanno sentire il loro effetto sul rigoglio vegetativo.

Usciti generalmente bene da un inverno quanto mai mite e poco ricco di precipitazioni, i manutentori del tappeto erboso hanno di fronte a loro, in questi mesi di vigorosa attività vegetativa, un calendario di operazioni quanto mai ricco e denso di attività.

Specie microterme

In questi mesi occorre impostare l’altezza di taglio ai minimi tollerati dalle specie insediate e cercare di mantenere una frequenza elevata. Una nuova rullatura, dopo quella consueta post invernale, può essere eseguita con rulli più leggeri e meno costipanti.

Nel settore ornamentale l’altezza di taglio va impostata intorno ai 25/30 mm con frequenza bisettimanale utilizzando macchinari rotativi (fanno eccezione Agrostis spp che dovranno essere comunque tagliate con macchinario elicoidale ad altezze non superiori ai 15 mm) ed intorno ai 20/25 mm con frequenza trisettimanale nel settore sportivo, utilizzando macchinari elicoidali.
Fanno ovviamente eccezione le Agrostis spp dei greens dei campi da golf e dei campi da tennis che avranno un’altezza di taglio pari a 3/5 mm.

Nei mesi di maggio e giugno si possono programmare la seconda e la terza fertilizzazione allo scopo di accompagnare il rigoglio vegetativo e consentire al tappeto di raggiungere il suo massimo sviluppo di crescita. È buona regola in questo periodo, apportare anche una quota degli altri due macroelementi: Fosforo (ad eccezione dei tappeti erbosi sportivi) e Potassio. Quale ultima fertilizzazione prima dell’innalzamento termico (fine mese di giugno) può essere utile utilizzare vettori azotati con una maggiore quota di N a lenta cessione, ciò allo scopo di evitare una crescita rapida e vigorosa del tappeto in un momento in cui le richieste idriche si fanno più pressanti.

Nella variegata gamma U.M.C. particolarmente indicati a questo scopo possono essere questi prodotti:

SETTORE ORNAMENTALE

Unigreen 15 5 10 Sport (granulo 1,5/2,0 mm) – Un fertilizzante granulare organo-minerale a pronto effetto, a reazione acida, la cui quota azotata è suddivisa in una frazione ammoniacale (10,5 %) ed in una ureica (2,5 %). Un residuo 2% è invece organico e permette un’azione leggermente più prolungata nel tempo. La dose per un’intensa fertilizzazione può essere di 2,5 – 3,0 kg/100 m².

Per una manutenzione più rispondente ad una maggiore sostenibilità ambientale si consigliano invece fertilizzanti organici naturali il cui apporto di elementi nutritivi proviene esclusivamente da sostanza organica di origine vegetale. I prodotti della linea Frassynet hanno granuli fissati a freddo (e questa è una esclusività del marchio) e sono quindi in grado di mantenere in vita i microorganismi utili alla decomposizione della stessa sostanza organica. Un eccellente prodotto granulare è Ever 10 – 10 2 4 (granulo 1,5 / 2,5 mm per il settore ornamentale) – alla dose di 4 kg/100 m², presenta la particolarità di essere addizionato con Osiryl, prodotto naturale di origine vegetale che agisce in qualità di protettore delle auxine, impedendone la degradazione e stimola i processi di lignificazione delle cellule dei tessuti radicali. Il suo uso frequente può permettere un maggiore accrescimento dell’apparato radicale stimabile in percentuale del 25/75 %.

Per l’ultima fertilizzazione pre-estate, oltre che con Ever 10, è possibile intervenire con Unigreen 21 5 15 Spring (granulo 1,5 / 2,5 mm) – il cui vettore azotato è suddiviso in una componente a pronto effetto (2% ammoniacale, 8% ureico) ed una a lenta cessione (11% ureaform). Ciò consente una più regolare assunzione dell’azoto ed una crescita più regolare e costante, anche se non paragonabile ad Ever 10 in termini di gradualità.

In caso di presenza di erbe infestanti dicotiledoni (a foglia larga) quando le temperature medie giornaliere raggiungono i 18 °C circa, può essere messo in preventivo l’utilizzo di un diserbo selettivo.

SETTORE SPORTIVO

CupGreen 11 – 11 5 11 (granulo 0,8 / 1,5 mm) – fertilizzante organo-minerale con apporto azotato a pronto effetto, ma con effetto residuo a lenta cessione. La quota azotata è suddivisa in una frazione ammonioureica (8%) ed in una organica (3%). Assicura una rapida ripresa vegetativa e del colore, ed un apporto elevato di potassio, particolarmente importante nei periodi di stress post attività invernale. È un fertilizzante di alta qualità di grande impiego su campi sportivi e campi da golf. La dose per una prima fertilizzazione può essere di 2,5 – 3,5 kg/100 m².

Unigreen 15 5 10 Sport (granulo 1,5/2,0 mm) – fertilizzante granulare organo minerale a pronto effetto, a reazione acida, la cui quota azotata è suddivisa in una frazione ammoniacale (10,5 %) ed in una ureica (2,5 %). Un residuo 2% è invece organico e permette un’azione leggermente più prolungata nel tempo. La dose per un’intensa fertilizzazione può essere di 2,5 – 3,0 kg/100 m².

CupGreen 10 – 10 2 4 (granulo 0,8 / 1,5 mm per il settore sportivo) – è consigliabile per tutti quegli impianti, in particolare campi da golf, che prediligono una manutenzione più rispettosa della sostenibilità ambientale, alla dose di 4 kg/100 m². Importante la presenza di Osiryl (vedi sopra). I prodotti della linea presentano un apporto di elementi nutritivi (N P K) di origine integralmente organica naturale e non presentano alcuna molecola chimica di sintesi.

Quale ultima fertilizzazione pre-estate è possibile utilizzare:

Unigreen 15 0 15 (granulo 2/3 mm) – fertilizzante minerale con vettore azotato avente frazione a pronto effetto costituita da ammoniaca (7%) e urea (2,5%) e frazione a lenta cessione costituita da Ureaform (5,5%). Completano il titolo l’ossido di Potassio (15%) e il Ferro (1%). L’assenza di Fosforo è voluta in quanto potrebbe comportare una maggiore presenza di Poa annua.

Knox 10 0 30 Super Kappa (granulo 2/3 mm) –  fertilizzante per tappeti erbosi di alta qualità a forte apporto di Potassio. Il vettore azotato è suddiviso in frazione a pronto effetto costituita da urea (5%) e da frazione a lenta cessione XRT (5%). XRT (Exented Release Technology) è una tecnologia che permette un rilascio azotato in modo continuativo, ma graduale, per oltre 90 giorni.

Il programma di fertilizzazione deve essere accompagnato da un’attenta attività irrigua.

In caso di presenza di erbe infestanti dicotiledoni (a foglia larga), quando le temperature medie giornaliere raggiungono i 18 °C circa, può essere messo in preventivo l’utilizzo di un diserbo selettivo.

Nel settore sportivo deve comunque continuare il programma annuale di topdressing (stesura di un sottile velo di sabbia oppure di un mix di sabbia e sostanza organica -in genere torba ben sminuzzata-) allo scopo di levigare quanto più possibile la superficie del tappeto e permettere al meglio tagli elicoidali.

Login

Lost your password?