0
0,00
  • Un carrello vuoto

    Non hai prodotti nel carrello

TAPPETO ERBOSO E NUTRIZIONE AUTUNNALE PER LA SOSTANZA ORGANICA

Il tappeto erboso è una coltura intensiva che, per la propria crescita e sostentamento, è causa di un notevole asporto di elementi nutrienti e del depauperamento nel contenuto in sostanza organica del terreno. È quindi di fondamentale importanza reintegrare e mantenere un corretto livello di sostanza organica nel terreno durante tutto il corso dell’anno.
Anche in autunno è importante riequilibrare il livello di sostanza organica nel suolo; sono necessari interventi di nutrizione autunnale del prato con prodotti organici di qualità.

LE FUNZIONI DELLA SOSTANZA ORGANICA NEL SUOLO

Le funzioni della sostanza organica nel suolo sono molteplici:

  • “cemento umico” per la creazione della struttura fisica ottimale del terreno e con essa la migliore circolazione dell’acqua e dell’aria a livello degli apparati radicali. Il vantaggio è maggiore per i terreni argillosi
  • aumento nella capacità di ritenzione dell’acqua e degli elementi nutritivi con particolare riguardo e vantaggio per i terreni sabbiosi
  • aumento della temperatura del suolo grazie al maggior assorbimento di luce e calore
  • miglior degradazione del feltro ed esaltazione della fertilità biologica del suolo, grazie alla maggiore attività della microflora tellurica con chiare e positive ricadute sul ciclo dei nutrienti
  • incentivazione dei meccanismi naturali di resistenza delle piante agli stress biotici e abiotici ed effetti competitivi nei confronti di microrganismi patogeni

È accertato scientificamente da numerose fonti che il bilancio positivo da un punto di vista chimico, fisico e biologico del terreno dipende ampiamente dal suo contenuto in sostanza organica.

PERCHE’ UTILIZZARE CONCIMI ORGANICI IN AUTUNNO

La nutrizione autunnale del tappeto erboso con sostanza organica intende ripristinare e mantenere il contenuto a livello ottimale anche per i mesi a seguire, così che il prato possa presentarsi al meglio al risveglio vegetativo primaverile.
Con l’utilizzo di fertilizzanti organici di qualità il potenziale nutritivo del terreno subirà un incremento, grazie all’azione lenta e graduale di mineralizzazione della sostanza organica condotta dalla microflora del suolo. Gli elementi nutrienti liberati andranno a costituire una vera e propria riserva per la stagione autunnale e invernale e la migliore dispensa possibile per il tappeto erboso alla ripresa vegetativa primaverile. Il prato, adeguatamente preparato in autunno, beneficerà infatti in termini di vigore e di risveglio precoce in Primavera. La gradualità di rilascio degli elementi nutritivi consente, allo stesso tempo, di prevenirne perdite in profondità per lisciviazione.

COME APPORTARE SOSTANZA ORGANICA NEL SUOLO

In termini di qualità dei fertilizzanti organici e dei risultati ottenibili dalla loro distribuzione, la migliore nutrizione autunnale con sostanza organica è quella che, oltre ad apportare elementi nutritivi per stimolare l’apparato fogliare, origina il più alto potenziale umico, ovvero il potenziale di produzione di sostanza organica “nobile”, che determina una decisa azione sul terreno e sulla vita degli apparati radicali.
Decisivi per ottenere sostanza organica “nobile” sono l’origine delle materie prime e il procedimento di produzione del fertilizzante.
Gli stallatici e tutti i prodotti la cui parte organica è derivata esclusivamente da materiali di origine animale hanno infatti effetto solamente sulla parte aerea della pianta.

Nella gamma UMC si trovano numerosi prodotti con materie prime organiche di origine sia animale che vegetale, appositamente scelte e selezionate, che lavorano non solo sulla parte aerea ma anche sul suolo.
In particolare, tra i prodotti formulati appositamente per il prato, individuiamo nell’ammendante VEGEVERT e nel concime EVER 7 i prodotti ideali per la nutrizione autunnale del tappeto erboso.
Si tratta di fertilizzanti organici biologici che esaltano l’effetto suolo e radice grazie alla combinazione di 8 frazioni vegetali complementari tra loro (tra i quali panelli e polpa di frutta, cacao, olive, girasole), stallatico ovino e complessi proteici azotati.
Tutti i prodotti sono rigorosamente senza compost verde, fanghi e residui urbani. Sono ottenuti con il processo di compostaggio bioattivato Biotech C2A e granulati a freddo per mantenere intatta l’attività biologica del prodotto finito e assicurare la massima produzione di humus.
A questo riguardo, un parametro di particolare valore è l’ISMO (indice della stabilità della sostanza organica o potenziale humus), ovvero quanto del fertilizzante distribuito si trasformerà in humus di alta qualità. Per VEGEVERT si arrivano a toccare i 400 kg/t; su 1 t di materiale distribuito ben 400 kg diventeranno humus di alta qualità.

Per la concimazione autunnale con sostanza organica VEGEVERT si utilizza in fase di trasemina, miscelato a sabbia; al momento dell’operazione di bucatura e carotatura; in copertura verso la fine del mese di novembre (100 gr/m2).
EVER 7, con composizione 7-4-7, si utilizza in copertura a dosaggio di 40 gr/m2.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Login

Lost your password?